Mag 27

La Settimana a 5 Stelle nr. 21

Eventi.jpg

[Video Settimanale]

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona visione

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1068
Titolo: NUOVO PIANO REGOLATORE COMUNALE DEL COMUNE DI CIRIE' - ENORME CONSUMO DI SUOLO E OSSERVAZIONI DEGLI ORGANI REGIONALI NON ACCOLTE DAL COMUNE
Data di presentazione: 17/05/2016

Interrogazione n. 1069
Titolo: ISTITUTO "ROBERTO CLARA" DI PANCALIERI
Data di presentazione: 20/05/2016

Interrogazione n. 1073
Titolo: MANCATO RINNOVO DEI CONTRATTI DI SOLIDARIETA' DA PARTE DELLA CATENA MEDIA MARKET - RISCHIO LICENZIAMENTI AL MEDIA WORLD DI TORINO
Data di presentazione: 24/05/2016

Interrogazione n. 1074
Titolo: DR. FISCHER, QUALI SOLUZIONI PER GARANTIRE UNA CONTINUITA' PRODUTTIVA - OCCUPAZIONALE ED EFFICACIA DELLE AZIONI ATTIVATE DI RICOLLOCAZIONE E INSERIMENTO LAVORATIVO PER LE EX MAESTRANZE.
Data di presentazione: 24/05/2016

Interrogazione n. 1075
Titolo: DIFFICOLTA' DI ACCESSIBILITA' AI SERVIZI PER I DISABILI E ANZIANI PRESSO IL SERVIZIO DI MEDICINA LEGALE DI COLLEGNO (TO3)
Data di presentazione: 24/05/2016

Interrogazione n. 1076
Titolo: CHIARIMENTI IN MERITO AL RISANAMENTO DELLA CAVA DI GESSO DI CODANA, MONTIGLIO MONFERRATO (AT), UTILIZZATA COME DEPOSITO RIFIUTI TOSSICI NOCIVI
Data di presentazione: 25/05/2016

Interrogazione n. 1077
Titolo: CRITICITA' DEL PROGETTO DI TELERISCALDAMENTO DI ASTI
Data di presentazione: 25/05/2016

Mag 27

CAPORALATO PROBLEMA DA RISOLVERE

M5s Card.png

E' senz'altro positiva la notizia di un accordo contro il caporalato siglato in queste ore fra Governo, sindacati e Croce rossa. Tuttavia anche la Regione deve fare la propria parte poiché questa piaga non è solo confinata al sud Italia. Affermare che non esista il caporalato in Piemonte sarebbe negare l'evidenza. Forse siamo messi meglio rispetto ad altre regioni, ma c'è poco da stare allegri.

Gli occupati nel settore agro-alimentare nella nostra regione - italiani e stranieri - sono oltre 70mila, di questi circa 20 mila sono di origine straniera: 5.500 romeni, 2.300 albanesi, e poi marocchini, polacchi, indiani, macedoni e bulgari. L'area piemontese con il maggior numero di lavoratori stranieri occupati nel settore agricolo è la provincia di Cuneo con quasi 11mila unità, poco più della metà del totale complessivo. Flai-Cgil denuncia paghe da fame, 3.50€ l'ora per 10 ore al giorno di lavoro nel 2015. E' solo l'ultima di una serie di denunce e casi di cronaca avvenuti sul nostro territorio.


Vogliamo affrontare e risolvere il problema anche attraverso proposte costruttive che integrino la Proposta di legge n. 200 che abbiamo  discusso e condiviso in Consiglio Regionale. Nel nostro Ordine del Giorno collegato chiediamo la realizzazione di un Vademecum per aiutare nell'iter burocratico le aziende agricole che intendono adeguare parti dei  propri fabbricati  per accogliere i braccianti facendoli vivere in condizioni dignitose. La legge, per essere aplicata, deve quantomeno essere chiara e comprensibile a tutti. Questo dovrebbe essere l'obiettivo primario della Regione Piemonte.


Certo che quando l'associazione degli agricoltori più rappresentativa in Italia afferma in una Commissione regionale che il caporalato in Piemonte non esiste ("fenomeno che anche gli organi ispettivi preposti hanno chiaramente accertato essere inesistente nel territorio regionale") non possiamo far altro che non condividere. La realtà è sotto gli occhi di tutti, ed è un'altra.


Non abbiamo mai fatto mistero di voler aiutare gli agricoltori a superare i costi della burocrazia nei contratti di lavoro per agevolare l'emersione del lavoro nero e di sostenere le aziende evitando il ricorso al sistema bancario per i fondi comunitari. Altra cosa però è ignorare un problema di sfruttamento della manodopera da parte di persone senza scrupoli. Fatto acclarato e balzato all'onore delle cronache periodicamente da alcuni anni nel basso Piemonte. Negare i problemi non ha mai aiutato a risolverli.


Per questo continuiamo a ritenere indispensabile la prosecuzione del lavoro del tavolo consiliare sul caporalato che non riteniamo esperienza conclusa con il termine dell'iter della Proposta di legge n. 200. Prevedere una sistemazione dignitosa per i braccianti agricoli è un primo passo, restano comunque imprescindibili gli obbiettivi di legalità, congruità e sostenibilità economica dei salari agricoli.


Mag 25

TUTTIXCHIARA 28/29 maggio

tuttixchiara.jpg

La nostra forza sono le persone, lo sosteniamo da sempre.
Per questo motivo abbiamo pensato a un intero weekend da vivere insieme: #TuttiXChiara!

Sabato 28 e domenica 29 maggio, l'ultimo weekend prima delle elezioni, da tutto il Piemonte arriveranno attivisti e volontari 5 stelle per montare oltre 50 banchetti nell'intera città di Torino e parlare con più persone possibile.

Da ogni banchetto partiranno dei gruppi di volontari e simpatizzanti per "battere a tappeto" ogni isolato della città, ma non si tratterà di semplice volantinaggio, bensì di un confronto e dialogo con tutti i cittadini che incontrerete nelle vie, nei mercati, nelle piazze e nei negozi, con chi meglio di tutti conosce il Movimento: voi.

Dal momento che un numero elevatissimo di elettori decide per chi votare negli ultimi giorni, riteniamo che questo evento possa realmente fare la differenza.

E tu? Sei disponibile a darci una mano in questo weekend?
Puoi iscriverti qui: http://goo.gl/forms/KbxgrRgexQxKhi0w2
Contiamo di arrivare a oltre 1000 persone in giro per la città!

A chiusura di questo fantastico weekend, il nostro evento in Piazza San Carlo con Luigi Di Maio, domenica a partire dalle 17:30.

Mag 20

Elezioni 2016, Luigi di Maio in Piemonte

Elezioni-amministrative-2016.jpg

Il 5 giugno 2016 l'Italia affronterà una fondamentale tornata di elezioni amministrative. Il MoVimento 5 stelle si presenterà per restituire ai cittadini la capitale d'Italia, Roma, e capoluoghi di Regione, come Torino, Milano, Bologna, Trieste, Napoli, Cagliari. In Piemonte il MoVimento 5 stelle si presenta anche a Novara, secondo comune della Regione Piemonte, con oltre 100.000 abitanti, e in altri 15 comuni. Riempiamo di stelle il Piemonte!


Ecco dove troverete sulla scheda elettorale il simbolo del Movimento 5 Stelle ed i nomi dei nostri candidati e candidate alla carica di Sindaco (10 donne e 7 uomini) con relativi link di contatto per essere sempre aggiornati sugli eventi in calendario.

Torino (TO) - Chiara Appendino , sito e pagina fb
Novara (NO) - Cristina Macarro, sito e pagina fb

Castellazzo Bormida (AL) - Manlio Rizzo pagina fb
Castelnuovo Scrivia (AL) - Nabila Balduzzi pagina fb

Nizza Monferrato (AT) - Alessandra Terzolo pagina fb

Trecate (NO) - Silvana Esther Corigliano, sito e pagina fb

Alpignano (TO) - Cosimo Di Maggio , sito e pagina fb
Carmagnola (TO) - Sergio Lorenzo Grosso, sito e pagina fb
Cambiano (TO) - Pietro Calderaro, pagina fb
Ciriè (TO) - Franco Silvestro, sito e pagina fb
Nichelino (TO) - Antonella Pepe, sito e pagina fb
Pianezza (TO) - Ilaria Brancati , pagina fb
Pinerolo (TO) - Luca Salvai, sito e pagina fb
San Mauro T.se (TO) - Marco Bongiovanni, sito e pagina fb
Trofarello (TO) - Anna Friscia, sito e pagina fb
Volpiano (TO) - Loredana Fulginiti, sito e pagina fb

Domodossola (VCO) - Monica Corsini, pagina fb

I Comuni di Torino, Novara, Trecate, Alpignano, Carmagnola, Ciriè, Nichelino, Pinerolo, San Mauro Torinese, Domodossola potrebbero andare ad un secondo turno di ballottaggio, domenica 19 giugno, qualora il candidato sindaco più votato non raggiungesse il 50% dei voti.

Le ultime settimane sono quelle più dense di eventi e occasioni per conoscere i candidati, nonché gli eletti nelle istituzioni, tra cui i consiglieri regionali e i parlamentari. Da sabato 28 a lunedì 30 maggio sarà presente in Piemonte, Luigi Di Maio. Di seguito gli eventi più grandi (per altri eventi, incontri, biciclettate e banchetti consultate i link sopra):


Volpiano - venerdì 20 maggio, salone polivalente, ore 21, presentazione lista, con consiglieri e parlamentari
Pianezza - venerdì 20 maggio, pizzata con consiglieri e parlamentari , via torino 18, pizzeria Pommodoro ore 20
Castelnuovo S. (AL) - venerdì 20 maggio, ore 21 Incontro sanità del tortonese, Piazza Vittorio Emanuele II
Novara , venerdì 20 maggio, ore 21, hotel la bussola, via boggiani 54, serata su fondi europei
Torino, sabato 21 maggio, ore 16, quadrangolare di calcio, in corso ferrucci 63
Pinerolo(TO) - Martedì 24 maggio ore 21 incontro su Sanità, salute, welfare, con Davide Bono
Pianezza - mercoledì 25 maggio, presso biblioteca civica, via matteotti 13
Pinerolo (TO) - sabato 28 maggio ore 11.30 con Luigi di Maio in Piazza del Mercato
Nizza Monferrato (AT) - Sabato 28 maggio banchetto e gazebo in piazza
Carmagnola (TO) - Sabato 28 maggio Luigi Di Maio ore 15 in piazza Sant'Agostino
Volpiano (TO) - Sabato 28 Movifest, piazza del Comune, con consiglieri regionali e parlamentari
Alpignano (TO) - Sabato 28 maggio gazebo e palco tutto il giorno in piazza, con consiglieri regionali e parlamentari
Castellazzo Bormida - 28 maggio - aperitivo ore 19.30, via san francesco d'assisi
Trofarello- sabato 28 e domenica 29 maggio, movifest dalle 17 con consiglieri regionali e parlamentari
Torino (TO) - Domenica 29 maggio Luigi Di Maio ore 17.30 in piazza San Carlo
San Mauro T.se (TO) - Domenica 29 maggio Luigi Di Maio ore 20.30 in piazza Gramsci
Domossola (VCO) - lunedì 30 maggio, dalle ore 17 con Luigi di Maio, sotto i portici del Teatro Galletti
Novara (NO) - lunedì 30 maggio, dalle ore 21 con Luigi di Maio, Palazzetto Celestino Sartorio (PalaVerdi) - Viale Verdi

Mag 20

La Settimana a 5 Stelle nr. 20

LaSettimana2016.jpg

[Firma per abrogare l'Italicum - Mappa interattiva]

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona visione

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1055
Titolo: RITIRO DELLA PROCEDURA NEGOZIATA PER IL SERVIZIO DI VIGILANZA ANTINCENDIO - ASLNO
Data di presentazione: 09/05/2016

Interrogazione n. 1062
Titolo: RIDIMENSIONAMENTO ATTIVITA' CHIRURGICA DI SUSA
Data di presentazione: 12/05/2016

Interrogazione n. 1064
Titolo: SOSTEGNO FLOWERS FESTIVAL
Data di presentazione: 13/05/2016

Interrogazione n. 1065

Titolo: SERVIZIO DI VIGILANZA SULLE PISTE DA SCI
Data di presentazione: 13/05/2016

Interrogazione n. 1066

Titolo: TRASPARENZA - PUBBLICAZIONE DATI L.R. 58/78
Data di presentazione: 13/05/2016

Interrogazione n. 1067

Titolo: CONDIZIONE DELLA LINEA TORINO - CERES, STATO ATTUALE E INVESTIMENTI PREVISTI
Data di presentazione: 13/05/2016

Mag 19

Le banche si mangiano l’agricoltura

banche mangiano agricoltura

Un accordo capestro tra Ministero delle politiche agricole e banche (Abi - Associazione bancaria italiana) sottrae fondi comunitari all'agricoltura regalandoli agli istituti di credito. E' una vergogna! Come funziona il trucchetto? Semplice. La burocrazia italiana ed europea blocca il pagamento dei fondi PAC (sostegni comunitari alla produzione agricola) con ritardi di oltre un anno.  In Piemonte, ad esempio, migliaia di imprese agricole ancora non hanno ricevuto il saldo 2015.

L’anticipo della Pac è sempre stato fatto da alcune regioni come il Piemonte, attraverso i propri Enti pagatori (con non poche difficoltà), ad inizio estate, mentre il secondo anticipo arriva dall’Europa in autunno (il “vero anticipo comunitario”) e il pagamento del saldo a fine anno. In realtà dovrebbe essere l’Europa ad anticipare i pagamenti senza esporre, Regioni ed aziende agricole a squilibri finanziari pericolosi.

Le banche offrono la soluzione, ma non è gratis. Loro ti anticipano i soldi e tu, agricoltore, non devi pensare a niente. Tutto ha un prezzo però, le commissioni che partono da un Taeg del 5-6% (con garanzie aziendali, qui un esempio di finanziamento pag.3) ed arrivano anche al 6-7% o il 10-11% in base alla banca. L’accordo siglato tra Ministero e l'Abi (Associazione bancari) per l'anticipo dei pagamenti Pac 2015 presenta commissioni di finanziamento elevate ed è l’inizio di un concetto che erode “il reddito” agricolo. Un accordo simile è stato stretto anche dalla Regione Piemonte per gli investimenti in agricoltura con il PSR con costi analoghi (varia dal tipo di banca es.tassi al 14% ai limiti dello strozzinaggio). Oltretutto il pagamento di base agli agricoltori è “sicuro” al 99%, direttamente erogato dall’Europa, il funzionamento è molto semplice, per ogni ettaro di terra a disposizione dell’agricoltore associato ad un titolo di conduzione valido, viene preso un contributo europeo, quindi il rischio delle banche è quasi pari a zero.

Invece di lavorare per snellire le procedure burocratiche a cominciare dall’Europa, passando per Agea (Agenzia nazionale per le erogazioni in agricoltura),

il governo ha scelto la strada più comoda appoggiandosi al sistema bancario. Che però fa i propri interessi e non quelli dell'agricoltura.

Facendo due conti, su 45 mila euro di importo medio finanziato ben 3.000 euro vengono “mangiati” dalle banche con la benedizione della Regione. Moltiplicato per un bacino potenziale di circa 200 milioni per 38 mila beneficiari piemontesi, la perdita possibile per il settore agricolo della nostra regione si aggira tra i 14 e i 20 milioni di euro. Replicando quest’aiuto per tutte le regioni durante la programmazione 2014-2020, dei 19 miliardi di euro destinati all’agricoltura in Italia, si parla di almeno un regalo da 1,14 miliardi di euro di euro alle banche.

Occorre ridiscutere l'accordo e diminuire i tassi. Subito. Portando il caso anche in sede di Conferenza Stato Regioni. Questo tipo di anticipo delle banche, potenzialmente strutturale, diminuisce direttamente il reddito degli agricoltori togliendo risorse per eventuali investimenti nel sistema agricoltura.

Chiediamo all'ex banchiere Chiamparino di mettere al primo posto gli interessi degli agricoltori piemontesi e non quelli del sistema bancario. Ricordiamo bene i buoni rapporti tra Chiamparino ed il sistema bancario, anche alla luce del precedente incarico a capo della Compagnia di San Paolo. Tuttavia riteniamo sia suo preciso dovere quello di mettere al primo posto gli interessi dell’agricoltura piemontese e non certo quelli dei banchieri con i quali ha avuto, e continua ad avere, ottimi contatti.

Anche le associazioni degli agricoltori dovrebbero fare la propria parte, invece di pretendere un “contributo” all’inizio di ogni anno alla presentazione della Domanda Unica, potrebbero farsi pagare subito solo una parte delle "spettanze" e il saldo a buon esito della pratica di contributo Pac, sgravando così gli agricoltori dall'ulteriore indebitamento.

Mag 13

La Settimana a 5 Stelle nr. 19

LaSettimana2016.jpg

[Firma per abrogare l'Italicum - Mappa interattiva]

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona visione

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Ordine del giorno n. 780
Titolo: INDIVIDUARE, NELL'AMBITO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI PAR FSC, RISORSE SPECIFICHE FINALIZZATE A FINANZIARE INTERVENTI DI RECUPERO, CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE MERIDIANE STORICHE PRESENTI IN VAL DI SUSA.
Data di presentazione: 10/05/2016

Ordine del giorno n. 781
Titolo: INDIVIDUARE, NELL'AMBITO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI PAR FSC, RISORSE SPECIFICHE FINALIZZATE A FINANZIARE INTERVENTI DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL SANTUARIO DELLA CONSOLATA DI TORINO.
Data di presentazione: 10/05/2016

Ordine del giorno n. 782
Titolo: INDIVIDUARE, NELL'AMBITO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI PAR FSC, RISORSE FINALIZZATE A FINANZIARE IL RECUPERO DELL'EX NEURO DI RACCONIGI.
Data di presentazione: 10/05/2016

Ordine del giorno n. 783
Titolo: INDIVIDUARE, NELL'AMBITO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI PAR FSC, RISORSE FINALIZZATE A FINANZIARE L'EDILIZIA SANITARIA.
Data di presentazione: 10/05/2016

Ordine del giorno n. 784
Titolo: INDIVIDUARE, NELL'AMBITO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI PAR FSC, RISORSE FINALIZZATE AD INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA NEL SITO UNESCO DEI PAESAGGI VITIVINICOLI.
Data di presentazione: 10/05/2016

Ordine del giorno n. 785

Titolo: TRATTATI INTERNAZIONALI TTIP E CETA.
Data di presentazione: 10/05/2016

Mag 13

Liste patacca, firmano i morti

FERRARI.jpg

Chi non muore si rivede, di solito, ma qui a Torino, si rivede anche chi è morto. Purtroppo succede solo in tempo di elezioni comunali. Tra le firme a sostegno delle (ormai) solite liste "civetta" (cioè liste con simboli creati ad arte per confondere gli elettori e prendere il consenso di altre forze politiche) sono spuntati anche gli "autografi" di persone già passate a miglior vita da anni.

Chi non muore si rivede, di solito, ma qui, a Torino, si rivede anche chi è morto. Purtroppo succede solo in tempo di elezioni comunali.


Tra le firme a sostegno delle (ormai) solite liste "civetta" (cioè liste con simboli creati ad arte per confondere gli elettori e prendere il consenso di altre forze politiche) sono spuntati anche gli "autografi" di persone già passate a miglior vita da anni. L'abbiamo scoperto spulciando tra i moduli firme delle 6 liste (lista GRILLO, Automobi-Lista, Lista a 4 zampe, Lega Padana, Forza Toro, Disoccupati-Precari-Esodati) presentati dai noti professionisti delle liste tarocche:  Gianluca Noccetti, come candidato sindaco (già consigliere di circoscrizione 5 e consigliere di opposizione di Frabosa Sottana), il deus ex machina Renzo Rabellino (ex consigliere regionale della Lega Nord ed ex consigliere provinciale), come capolista della lista GRILLO, Massimo Calleri, come delegato della lista GRILLO, con la complicità fondamentale del consigliere comunale dei notissimi "Moderati in Rivoluzione", Ferdinando Berthier, in qualità di autenticatore del falso. Cosa accomuna questi soggetti? Risiedevano (o risiedono ancora?) nel piccolo comune cuneese di Sambuco da dove ottenevano migliaia di euro l'anno per rimborsi fittizi per recarsi nei consigli di Torino, per cui sono tutti indagati dalla Procura di Torino.


lista-del-grillo.jpg


A sostegno della lista farlocca "Grillo parlante" (con GRILLO scritto a caratteri cubitali per rubare il consenso al MoVimento 5 stelle, ma parrebbe anche di tutte le altre 6, più quella dei moderati in rivoluzione (a sostegno però del candidato sindaco Roberto Rosso, già parlamentare, che si sarebbe vergognosamente prestato a questo mercimonio), ci sono infatti diversi nomi di persone defunte ormai da anni. Abbiamo segnalato con un esposto il caso alla Procura di Torino e depositato un ricorso al TAR Piemonte per l'evidente confondibilità del simbolo già riscontrata dal Tribunale di Roma nel 2008 (alle politiche) e da diverse sentenze pregresse del TAR e del Consiglio di Stato.


FERRARI.jpg


Siamo in prima linea anche a Barbaresco (CN) dove è stata presentata un'altra lista GRILLI, anche in questo caso stiamo presentando un esposto. Evidente il tentativo di raggirare l'elettore, basterebbe leggere il programma presentato nel piccolo comune cuneese.  E' prevista infatti l'eliminazione delle strisce blu. Ma a Barbaresco non ci sono mai state! Poi si può leggere la proposta del Pedibus rivolto alle scuole ma nel Comune non esistono istituti scolastici. A meno che non vogliano mandare i bambini a piedi fino a Treiso (CN) per 8 Km...


Quanto accaduto in questi giorni non è un curioso caso isolato, ma l'ultimo capitolo di una lunga saga mirata a confondere l'elettore sfruttando omonimie e racimolare un bel po' di soldi pubblici con i gettoni di presenza e i rimborsi. Dopo la clamorosa elezione nel 2009 in Provincia di Torino e nel capoluogo nel 2011 (dove avevano tolto al Movimento migliaia di voti e un consigliere), abbiamo battagliato in tutte le sedi facendo ricusare il simbolo alle elezioni del 2012 a Chivasso e in altre realtà. Rabellino nel 2012 ha rimediato una condanna a 2 anni e 10 mesi per le firme false alle regionali 2010, con interdizione dai pubblici uffici e sospensione dei diritti elettorali per 5 anni, effettive però solo dalla condanna in Appello, il cui processo latita da ben 4 anni (mentre quello dell'ex consigliere dei Pensionati, Giovine, reo di aver fatto perdere il Pd si è chiuso addirittura in Cassazione nel tempo record di 3 anni).


Se poi ricordiamo che il consigliere Noccetti, titolare di una agenzia di Assicurazioni ad Orbassano aveva assunto come dipendente tal Simone Bertin, ex vicepresidente PD della V Circoscrizione a Torino (quella travolta dagli scandali delle giunte fantasma per intascarsi i gettoni di presenza), così da percepire dalla Circoscrizione un bel po' di soldini per i permessi retribuiti del Bertin che partecipava (o faceva finta di partecipare?) alle Giunte circoscrizionali, il cerchio si chiude. E a pensare male (che ci sia un preciso mandante della lista del GRILLO), si fa peccato, ma magari ci si azzecca.


Per non sapere né leggere né scrivere ci siamo messi a spulciare le liste di tutte le formazioni e abbiamo scoperto un bel po' di irregolarità. A partire dalla sig.ra Avv. Maria Clotilde Ingrassia che siede nella Commissione Elettorale Circondariale di Torino che deve decidere dell'ammissibilità delle liste presentate ed è l'avvocato penale difensore di Rabellino. Incompatibilità? No, figurarsi, garantiscono i partiti che li hanno nominati...


Mag 11

Baratto Amministrativo

barattoamministrativoIl 27/03/2015 il Movimento 5 Stelle ha presentato la Mozione sul “Baratto Amministrativo” che è stata approvata.
Domani dopo oltre un anno finalmente se ne discute in Commissione

Questo il testo della nostra Mozione:
baratto amministrativo

Questa è la Delibera Approvata:
delibera approvata

 

Mag 06

La Settimana a 5 Stelle nr. 18

La Settimana 6 maggio 2016

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona visione

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1034
Titolo: CRITERI DI RIPARTO DEL DEBITO AGESS TRA I COMUNI APPARTENENTI ALLA LIQUIDANDA COMUNITA' MONTANA DEL PINEROLESE, MODALITA' E TEMPISTICHE DI CONCESSIONE DEL MUTUO PRESSO LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI
Data di presentazione: 28/04/2016

Interrogazione n. 1043
Titolo: MANCATO COINVOLGIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI PER LA MODIFICA DELLA DELIBERA DI REVISIONE DEL SISTEMA DEI SERVIZI RESIDENZIALI PER LA PSICHIATRIA
Data di presentazione: 02/05/2016

Interrogazione n. 1044
Titolo: FALLIMENTO AGESS, CRITERI DI RIPARTO DELLE ATTIVITA' E DELLA PASSIVITA' DELLA COMUNITA' MONTANA DEL PINEROLESE
Data di presentazione: 02/05/2016

Interrogazione n. 1045
Titolo: SOPPRESSIONE PLESSI SCOLASTICI COMUNE DI RIVOLI
Data di presentazione: 02/05/2016

Interrogazione n. 1050
Titolo: (P.I.S.U.) NOVARA: "POLO D'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E RIQUALIFICAZIONE URBANA. ALLESTIMENTO DEL CENTRO DI RICERCA APPLICATA SULLE MALATTIE IMMUNOLOGICHE-IPAZIA
Data di presentazione: 04/05/2016

Interrogazione n. 1051
Titolo: SERVIZIO DI VIGILANZA SULLE PISTE DA SCI
Data di presentazione: 04/05/2016

Interrogazione n. 1052
Titolo: MUSEO DEL CINEMA DI TORINO
Data di presentazione: 04/05/2016

Mozione n. 773
Titolo: RIMODULAZIONE DEL SERVIZIO DI LINEA SULLA ALBA-TORINO
Data di presentazione: 04/05/2016

Ordine del giorno n. 756
Titolo: PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 100. REDAZIONE DEL PIANO DI BONIFICA E DI UN PROGRAMMA DI BONIFICA DELLE AREE INQUINATE
Data di presentazione: 19/04/2016

Post precedenti «