Gen 05

Psicosi meningite

In questi giorni di inverno, più di tutti gli altri anni, si è ricreata la psicosi meningite. Complice una serie di casi in più del normale in Toscana, il tam tam giornalistico e dei social media.

meningite.jpg
di Davide Bono

La meningite, come dice il termine, è una infezione delle meningi, cioè le membrane che avvolgono e proteggono il cervello, creando la cosiddetta barriera emato-encefalica.
Di norma tale barriera è impermeabile a sostanze esogene, comprese farmaci e agenti infettivi (batteri, tra cui pneumocococco, il batterio della polmonite, meningococco e haemophilus influenzae, e virus), ma in alcuni casi può essere superata.
Le meningiti danno febbre alta e sintomi cerebrali, tra cui mal di testa, rigidità nucale, torpore, nausea e vomito. Possono essere rapidamente evolutive, creando una malattia sistemica e portare alla morte (10% dei casi), anche in presenza di terapia antibiotica e di supporto.
Sono più frequenti, come tutte le infezioni, in inverno e nelle persone più deboli, o per età (neonati, anziani) o per concomitanti infezioni (otiti, polmoniti) o per difetti congeniti (genetici) o acquisiti (HIV) del sistema immunitario.

Tale è stato il panico propagato dalla condivisione virale delle informazioni, che il Ministero della Salute, colpevole di un lungo silenzio, ha pubblicato un comunicato, cercando di rassicurare i cittadini che stanno prendendo di mira i centri vaccinali di tutta Italia per accaparrarsi il vaccino contro il meningococco, senza sapere quale e a cosa serva (cosa sia una vaccinazione e come funzioni ve lo leggete su wikipedia). Dal comunicato si evince che:
a) non siamo in presenza di una epidemia, ma del numero normale di casi verificati ogni anno, eccezion fatta per la Toscana che sta mostrando un incremento dei casi da meningococco tipo C. E parliamo di cifre dell'Istituto Superiore Sanità: un migliaio di casi di meningite, meno di 200 da meningococco tipo B e C (una dozzina in Piemonte), per una incidenza pari a 0,3 casi/100.000 abitanti; meningococco 2016.JPG b) non è raccomandata la vaccinazione proprio per la esiguità dei numeri, se non in persone venute a contatto con casi di malattia o in persone immunodepresse.
c) pur essendo stabili i casi di meningite, ed in incremento quelli di tipo C in Toscana, il nuovo piano vaccinale nazionale prevede la vaccinazione gratuita contro il meningococco B, per i nuovi nati entro il primo anno di vita (anche in Piemonte), per tutti gli altri è a pagamento, ad un prezzo calmierato tramite le ASL. Il perché lo si può capire da questa tabella (22 casi nei minori di un anno con una incidenza dalle 10 alle 20 volte quella nell'età adultà). meningococco età.JPG d) Il vaccino per il MenB ha nome commerciale Bexsero ed è prodotto dalla divisione vaccini della GlaxoSmithKline, colosso farmaceutico finito più volte in tribunale per corruzione di funzionari e medici.

Come ho già detto altre volte i vaccini sono sicuri , esattamente come altri tipi di terapie (e deve essere garantita la libertà di scelta come sancito dalla nostra Costituzione): possono quindi causare reazioni allergiche, anche mortali ma in casi rarissimi, frequenti reazioni locali ed effetti collaterali minori quali malessere, febbre e dolori.
La questione non è quindi sull'efficacia (appurata anche se mai pari al 100%) ma sul costo beneficio nel senso che, se ci sono circa 200 casi l'anno di meningite da meningococco di cui circa una ventina sono mortali, dobbiamo capire come sistema sanitario e come istituzioni se ha senso ed è sostenibile una vaccinazione di massa che coinvolgerebbe milioni di cittadini dal costo di miliardi di euro. Certo, il costo di una vita umana non è quantificabile ma in un momento di grande difficoltà finanziaria del nostro paese e della sanità bisogna prendere delle scelte importanti per evitare di tagliare su esami e terapie salvavita a fronte di spese indotte assolutamente evitabili.

Personalmente come medico nutro da sempre dubbi sull'effettiva utilità costo-beneficio di vaccinazioni di massa per malattie non pandemiche e non letali o gravemente invalidanti (fondamentale la vaccinazione contro la poliomielite ad esempio che infatti è obbligatoria, meno quelle per morbillo, varicella, rosolia, malattie che tutti noi da piccoli abbiamo fatto senza danni che sono infatti "raccomandate"): diverse analisi retrospettive hanno specificato come il verificarsi di epidemie fosse correlato sì ad una assenza di immunizzazione di massa (es comparsa di una nuova malattia, come il morbillo, importato dagli spagnoli, mortale per il continente americano nel XVI secolo), ma soprattutto all'assenza di terapie e di condizioni igienico sanitarie dignitose (penso ad esempio alle epidemie di peste dal 1342 in avanti, correlate a precedenti carestie, o in ultimo all'epidemia di influenza cosidetta "spagnola" del 1919, non a caso avvenuta alla fine della prima guerra mondiale in cui la popolazione europea era allo stremo, denutrita, con le case distrutte, senza possibilità di riscaldarsi. Gli scienziati del mondo aspettano da decenni una nuova epidemia di influenza mortale - in quanto il virus dell'influenza muta ogni anno e ogni tanto muta completamente, superando la memoria immunitaria di chi ha già fatto una influenza negli anni precedenti - ma ciò non è accaduto, proprio perché sono mutate le condizioni di nutrizione, di abitazione, di igiene: ecco da dove nascono gli erronei allarmismi sull'epidemia ipotetica da SARS o aviaria).

Per quanto riguarda i batteri si devono fare valutazioni diverse, in quanto il loro genoma non cambia come nei virus, e le infezioni gravi discendono da una risposta immunitaria inefficace dell'individuo. Sarebbe interessante sapere quanti dei 20 casi annuali mortali di meningite da meningococco in Italia siano collegabili a deficit immunitari degli individui, comprendere meglio il meccanismo di penetrazione-infezione di questi batteri e il perché alcuni soggetti siano più suscettibili e alcuni rispondano alle terapie mentre altri no, per potere poi un domani indirizzare una vaccinazione a gruppi più mirati.

Oggi, invece, si è deciso un po' a naso di vaccinare gratuitamente i bambini entro un anno di vita, perché sono quelli con maggiore incidenza della malattia. E questo non aiuta a rassicurare le famiglie dei bambini sopra l'anno di età.

In conclusione, no panico. La vaccinazione non è necessaria: se volete proprio vaccinare i vostri figli o voi stessi e volete proprio farlo adesso, armatevi di molta pazienza e cercate prima di comprendere con il vostro medico che tipo di vaccinazione volete fare. Eh sì, perché esistono diversi tipi di meningococco (B nei neonati, C da solo o con altri sierotipi nei bambini e adolescenti ecc..) e quindi di vaccini.

PS. SE VEDETE GIRARE IMMAGINI CHE RICONDUCONO LE MENINGITI ALLE IMMIGRAZIONI, E' UNA BUFALA. QUESTI BATTERI SONO NORMALMENTE PRESENTI NEL NOSTRO NASO E GOLA (PORTATORE SANO).

Dic 30

La Settimana a 5 Stelle nr. 52

la-settimana_new.png

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tanti auguri e felice anno nuovo dal Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Piemonte

Interrogazione n. 1362
Titolo: IMPLEMENTAZIONE CONSULTORIO GIOVANI DI BUSSOLENO (TO) COME DA PROTOCOLLO DI INTESA - ospedale di sus - presentato a bussoleno il 12.03.2015
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1363
Titolo: BEALERA DI CHIVASSO E MONTANARO, DETTA ANCHE ROGGIA CAMPAGNA; CORSO D'ACQUA PUBBLICO O NON PUBBLICO ?
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1364
Titolo: A-27 SPA ERCOLE LUCCHINI CHIUSURA DI STABILIMENTO E BENEFICIARIA DI FONDI REGIONALI CONTRATTI DI INSEDIAMENTO
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1365
Titolo: PERPLESSITA' SULLA GESTIONE DELL'IMPIANTO SASIL DI BRUSNENGO (BI) A SEGUITO DELLA MORTE DI UN LAVORATORE
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1366
Titolo: REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA MOBILITA' INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE DALLA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1367
Titolo: FURTI NEGLI OSPEDALI E MANCATA VIGILANZA
Data di presentazione: 27/12/2016

Interrogazione n. 1368
Titolo: ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE ALL'INTERNO DELL'OSPEDALE OSTETRICO GINECOLOGICO SANT'ANNA DI TORINO
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 966
Titolo: POSSIBILE APPLICAZIONE DEL "FEDERALISMO DEMANIALE" PER LA CREAZIONE DELL'OASI WWF "LA MOLINA"
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 967
Titolo: SPECIFICO CONTROLLO SULLA RIORGANIZZAZIONE DELL'ARPA PIEMONTE E SULL'APPLICAZIONE DELLA NUOVA DISCIPLINA REGIONALE, L.R. 18/2016
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 970
Titolo: ADOZIONE PROTOCOLLO INDIA PER GLI INFERMIERI ADDETTI AL SERVIZIO DI EMERGENZA TERRITORIALE 118
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 971
Titolo: INADEMPIENZE RELATIVE ALL'APPLICAZIONE DELLA PROCEDURE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA AL PROGRAMMA DI INDIVIDUAZIONE DELLA CAPACITA' COMPLESSIVA DI TRATTAMENTO DEGLI IMPIANTI DI INCENERIMENTO DI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI IN ESERCIZIO O AUTORIZZATI A LIVELLO NAZIONALE, NONCHE' L'INDIVIDUAZIONE DEL FABBISOGNO RESIDUO DA COPRIRE MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI INCENERIMENTO
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 972
Titolo: PEDIATRI DI LIBERA SCELTA NELLA CITTA' DI TORINO
Data di presentazione: 27/12/2016

Mozione n. 973
Titolo: ASL TO2 - CONVENZIONI PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PAZIENTI E DEI PAZIENTI DETENUTI - RICHIESTA MORAL SUASION
Data di presentazione: 27/12/2016

Ordine del giorno n. 968
Titolo: SVILUPPO COLLEGAMENTO AUTOSTRADALE ALLA STAZIONE DI MONCALIERI E DEL RELATIVO MOVICENTRO PER FAVORIRE L'USO DEL TRASPORTO PUBBLICO VERSO L'AREA METROPOLITANA
Data di presentazione: 27/12/2016

Ordine del giorno n. 969
Titolo: FONDI A SOSTEGNO DEGLI ORFANI E DELLE FAMIGLIE DELLE VITTIME DI FEMMINICIDIO
Data di presentazione: 27/12/2016

Dic 29

Bilancio 2016-2017: Chiamparino non fa i conti con il M5S

bilancio2016-2017.png

A fine novembre 2016 è stata finalmente approvata la legge regionale n. 24 "Assestamento 2016-2018".

Come nel 2015 anche quest'anno si è sforato il termine massimo di presentazione del 30 giugno , arrivando al limite del 30 novembre, data ultima per effettuare modifiche al bilancio previsionale. Siano esse correzioni di errori o adeguamenti di spesa. Effettuare le verifiche e le modifiche a fine esercizio, rende tutto molto più difficoltoso.

La giunta regionale non ha portato il bilancio nei termini opportuni, sia perché la situazione debitoria e di cassa della Regione continua a rimanere pesante sia perché è comodo utilizzare tale pretesto per ridurre al minimo la discussione da parte delle forze politiche sia in Commissione che in aula, contingentando i tempi. Prassi vista e stravista col Pd. Il documento in discussione in Commissione a inizio novembre è stato sottratto all'esame dei Consiglieri e buttato in Aula dove in neanche due sedute si è arrivati al voto.

La mancanza di una volontà di confronto da parte della Giunta nelle decisioni si è fatta sentire anche nella gestione dell'utilizzo dell'avanzo del Bilancio del Consiglio Regionale 2015 pari a 6,7 milioni, somma di cui l'esecutivo regionale, in combutta con la maggioranza a guida Pd, si è sostanzialmente impossessato.

Gli unici nostri emendamenti approvati, frutto di studio delle carenze dei capitoli di bilancio e non di solite marchette di parte, sono stati:

1 milione di euro in più per il fondo sociale a copertura della morosità incolpevole dei residenti di alloggi di edilizia sociale (prima firma Davide Bono);

500 mila euro in più per la rimozione dei manufatti contenenti amianto dagli edifici pubblici (prima firma Giorgio Bertola);

Il 50% degli incassi dell'ecotassa nel 2017 dovranno essere utilizzati per aumentare la raccolta differenziata. Circa 3 milioni potranno essere utilizzati per avviare la tariffazione puntuale in tutti i Comuni del Piemonte e pianificare la realizzazione della filiera del riciclo (prima firma Gianpaolo Andrissi) .

Per quanto riguarda gli atti di indirizzo collegati al bilancio sono stati approvati:

tre ordini del giorno sui trasporti a firma Federico Valetti. I documenti impegnano la Giunta a modificare la normativa regionale affinché sia introdotto l'obbligo di una rendicontazione periodica da parte del gestore del servizio ferroviario sui dati di bigliettazione e abbonamenti; ad includere nei contratti di esercizio la fornitura di dispositivi per lo stazionamento in sicurezza di bici pieghevoli sui treni regionali ed all'acquisto di autobus elettrici o alimentati a combustibili non petroliferi.

Sempre in tema di Trasporto pubblico locale approvato l'ordine del giorno a prima firma Gianpaolo Andrissi per favorire l'aggregazione delle società di trasporto pubblico locale e garantire la creazione di una società unica piemontese del settore.

due atti d'indirizzo a prima firma Davide Bono mirati al sostegno alla locazione con la creazione di un nuovo capitolo all'interno del programma di Edilizia residenziale pubblica per ridurre gli sfratti e per l'incremento delle risorse per l'assistenza domiciliare di persone non autosufficienti

due ordini del giorno a firma Francesca Frediani per sostenere l'imprenditoria femminile attraverso Finpiemonte e per estendere e riconoscere il marchio "Made in Piemonte" a tutti gli ambiti produttivi procedendo, allo stesso tempo, alla revoca dei contributi regionali alle aziende che hanno delocalizzato la produzione al di fuori del Piemonte.

un ordine del giorno a prima firma Paolo Mighetti che impegna la Giunta all'aggiornamento continuo del RENDIS (Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo) per valutare meglio le zone colpite da eventi alluvionali nell'ultimo triennio.

l'ordine del giorno a prima firma Stefania Batzella per incrementare nel bilancio di previsione 2017 i fondi necessari a prevenire i disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia).

Rimane il debito. Mostruoso. Per un totale che buca di molto il muro dei 10 miliardi di euro così composto:

TabellaBilancio2016-2017.jpg

Il disavanzo finanziario, pari a oltre 1,2 miliardi di euro (ora salito a 1,4), spalmato in 10 anni, coperto fino al 2018 grazie all'aiutino dello Stato. Dal 2019 con ipotetiche riduzione di spesa e incremento di entrate di 137 milioni l'anno sino al 2014.
Il disavanzo da ricognizione straordinaria residui di fine 2014, pari a oltre 2,2 miliardi di euro, coperto sempre grazie all'aiutino dello Stato sino al 2017, dal 2018-2019 con ipotetiche riduzioni di spesa pari a 65 milioni di euro sino al 2044.
Il disavanzo dei ritardi di pagamento ripianato dall'anticipo dello Stato, pari a quasi 5 miliardi di euro, da pagarsi con comode rate da 220 milioni di euro l'anno per 30 anni sino al 2044. Coperto dall'aumento dell'addizionale Irpef fatto da Cota prima e da Chiamparino poi.
Il prestito obbligazionario da 1,856 miliardi di euro sottoscritto coi derivati dalla Bresso, il cui tentativo di accordo transativo è miseramente fallito.
Senza dimenticare il buco che riguarda la Sanità: infatti dietro l'uscita dal piano di rientro tanto pubblicizzata dal Pd e fissata dal 1 gennaio 2017, al bilancio regionale verrà chiesto un ulteriore sacrificio per 10 anni per coprire ben 1,505 miliardi a fronte di rate che partiranno dal 2017 con 65 milioni, per poi salire nel 219 a 113 milioni, nel 2023 200, e per il 2026 263 milioni. Si attendono dunque altri anni di tagli e mancate assunzioni?

L'importo delle rate, insieme alla bomba esplosiva dei derivati contratti dalla Bresso nella VIII legislatura, pone pesanti dubbi sull'effettiva capacità da parte della Regione Piemonte di far fronte ai pagamenti, se non a prezzo di una forzatura inevitabile sulla capacità di spesa rispetto agli esercizi passati.
Non è un caso che il piano di rientro dell'anno scorso prevedeva una riduzione di spesa e un incremento delle entrate già dall'anno 2016, oggi il tutto viene slittato e inizia a partire, caso strano, solo dall'anno 2019 (anno fine dell'attuale legislatura, sempre che non cada prima per via delle firme false del pd). Per la serie...chi vincerà le elezioni, vedrà.

Finito l'assestamento 2016, Renzi ha perso il referendum e s'è dimesso. La Giunta ha preso la palla al balzo, per non presentare neanche il documento di bilancio 2016 e mandarci in esercizio provvisorio (cioè spese limitate alle sole spese obbligatorie suddivise per mensilità: quindi stipendi, rate mutui, bollette e poco altro), senza neanche discutere.

Speriamo che il 2017 porti un nuovo Governo nazionale che sappia distribuire in maniera più equa le risorse alle Regioni e agli enti locali investendo sulle opere e i servizi che garantiscono il benessere dei cittadini e non sprechi più soldi in infrastrutture e servizi inutili e dannosi.

Buon anno

Dic 29

Ricerchiamo figure professionali

Ricerca_personale.png

Il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Regione Piemonte ricerca figure professionali per l'inserimento nel proprio organico come "esperto in materie giuridico-economiche" ed "esperto in comunicazione politica".

ESPERTO IN MATERIE GIURIDICO-ECONOMICHE

Attività da svolgere:
Il/la candidato/a prescelto/a, in collaborazione con i Consiglieri Regionali, seguirà giornalmente le attività delle commissioni consiliari, occupandosi dei seguenti aspetti:
-Supporto alla predisposizione di atti consiliari quali interrogazioni, ordini del giorno, emendamenti ai testi di legge, proposte di legge;
-Partecipazione, quando necessario, alle sedute delle commissioni consiliari presso il Consiglio Regionale;
-Redazione di studi e approfondimenti in materie economiche e giuridiche;
-Attività di raccordo con i livelli nazionale e comunale per la definizione e condivisione di contenuti su tematiche di interesse trasversale.

Requisiti richiesti:
Sono da considerare fattori preferenziali il possesso di laurea in materie economico-giuridiche o altro titolo di studio equipollente; esperienza maturata in ambito di istituzioni od uffici pubblici; nozioni nell'ambito della pubblica amministrazione e del bilancio; conoscenza del funzionamento delle strutture regionali e degli organi legislativi.


ESPERTO IN COMUNICAZIONE POLITICA

Attività da svolgere:
Il/la candidato/a prescelto/a, in collaborazione con i Consiglieri Regionali, seguirà giornalmente le attività delle attività consiliari, occupandosi dei seguenti aspetti:
- Supporto alla comunicazione sui social media e verso gli organi di informazione;
- Creazione di contenuti (testi, grafiche e video) per il web;
-Attività di raccordo con i livelli nazionale e comunale per la definizione e condivisione di contenuti su tematiche di interesse trasversale.

Requisiti richiesti:
Sono da considerare fattori preferenziali il possesso di laurea e o specializzazioni inerenti le le materie della comunicazione e della grafica; esperienza maturata nell'ambito della comunicazione politica; spiccata attitudine al lavoro di gruppo e creativo.

REQUISITI GENERALI PER LE PROFESSIONALITÀ RICERCATE

Pur non essendo previsto alcun requisito di appartenenza al Movimento 5 Stelle, ai fini dell'assegnazione dell'incarico è previsto un confronto col candidato per verificare la coerenza d'intenti con le linee di indirizzo del gruppo consiliare.
Per la posizione ricoperta si offre un contratto full time a tempo determinato o altre forme di collaborazione concordate con gli uffici regionali, con una retribuzione commisurata al livello di esperienza del profilo selezionato.
Le persone interessate possono inviare entro la data del 30/01/2017 il curriculum vitae corredato di autorizzazione al trattamento dei dati personali e eventualmente lettera motivazionale all'indirizzo staff@piemonte5stelle.it e oggetto "candidatura per esperto in materie giuridico-economiche" o "candidatura per esperto in comunicazione politica"

Dic 23

Finalmente M5S in Ufficio di Presidenza

Ecco cosa è accaduto questa settimana in Consiglio Regionale. Buona visione

Pubblicato da Giorgio Bertola Consigliere regionale su Venerdì 23 dicembre 2016


Finalmente rispettato un principio democratico nella composizione dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Piemonte. L'Aula ha riconosciuto l'esito delle elezioni del 2014 dando rappresentanza a tutte le minoranze ed anche alla prima forza politica dell'opposizione in Piemonte. Viene così sanato il vulnus democratico originatosi con l'avvio della legislatura.

"Ringrazio i colleghi del Gruppo M5S per la fiducia e tutti i consiglieri regionali che mi hanno votato. Anche in Ufficio di Presidenza lavorerò con l'impegno e la serietà di sempre" afferma Giorgio Bertola.

Dic 23

La Settimana a 5 Stelle nr. 51

Lasettimana_natale.png

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Interrogazione n. 1352
Titolo: CHIARIMENTI SUL NUOVO POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO PER LA FUSIONE NUCLEARE, DIVERTOR TOKAMAK TEST FACILITY, CHE DOVREBBE SORGERE IN REGIONE PIEMONTE
Data di presentazione: 19/12/2016

Interrogazione n. 1358
Titolo: FALLIMENTO DELLA GABLE INSURANCE AG
Data di presentazione: 19/12/2016

Interrogazione n. 1359
Titolo: FUTURO DI VILLA MELANO
Data di presentazione: 19/12/2016

Mozione n. 957
Titolo: LEGGE DI STABILITA' 2016 (COMMI DA 553 A 564 DELLA LEGGE 208/2015) - FINANZIAMENTI PER I NUOVI LIVELLI DI ASSISTENZA (LEA) EROGATI SUL TERRITORIO REGIONALE
Data di presentazione: 13/12/2016

Mozione n. 958
Titolo: SALVAGUARDIA DEI LIVELLI E DELLE CONDIZIONI OCCUPAZIONALI DEL PERSONALE IN FORZA PRESSO LE COOP ZENITH E ALTRAMENTE NELLE COMUNITA' PSICHIATRICHE PROTETTE DELLE SOCIETA' ESTHER E GRUPPO IGEA
Data di presentazione: 13/12/2016

Mozione n. 964
Titolo: CONTINUITA' DI FUNZIONAMENTO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO E TUTELA DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI
Data di presentazione: 20/12/2016

Mozione n. 965
Titolo: OBBLIGO DI ESPOSIZIONE SUL PARABREZZA DEGLI AUTOVEICOLI PRIVATI DI UNA VETROFANIA PER FACILITARE L'IDENTIFICAZIONE DELL'ALIMENTAZIONE DELLA CLASS DI EMISSIONE
Data di presentazione: 21/12/2016

Ordine del giorno n. 959
Titolo: CREAZIONE DI UN CONSORZIO PER I CONTROLLI DEL BIOLOGICO ATTRAVERSO UN ACCORDO DI PARTENARIATO PUBBLICO - PRIVATO TRA GOVERNO, REGIONE ED ENTI PRIVATI DI CONTROLLO DEL BIOLOGICO
Data di presentazione: 13/12/2016

Dic 16

Discariche non assicurate

Tarocchi_Rifiuti.png

di Gianpaolo Andrissi, Paolo Mighetti e Giorgio Bertola

Una raffica di  Fidejussioni diventate carta straccia per le discariche del Piemonte. Non si tratta di qualche caso isolato, il fenomeno ormai investe tre province: Vercelli, Novara, Alessandria.

Ad Alice Castello (VC) e in provincia di Alessandria le polizze depositate erano emesse da GABLE Insurance AG un istituto, dichiarato fallito, con sede a Vaduz in Liechtenstein (e conto corrente alle Cayman) mentre a Ghemme (NO) sono balzate agli onori delle cronache polizze false made in China.

Questa lunga scia di fidejussioni fasulle è iniziata ad Alice Castello (VC) quando si sono diffuse le prime notizie provenienti dall’autorità di Vigilanza del Liechtenstein che il 10 ottobre scorso ha posto GABLE sotto amministrazione straordinaria. Lo stesso IVAS aveva reso noto, a settembre, il divieto a concludere nuovi contratti nei confronti di Gable Insurance AG. Come se non bastasse l’istituto aveva avuto problemi con la Lega Calcio Italiana e addirittura il 18 gennaio era stata resa nota la presenza di polizze fideiussorie contraffatte intestate a Gable Insurance AG.

Il Movimento 5 Stelle ha portato il caso in Consiglio regionale attraverso un’interrogazione di Gianpaolo Andrissi, infatti la Regione Piemonte in precedenza aveva preso per buoni tutti i documenti presentati da Alice Ambiente Srl concedendo la propria approvazione senza ulteriori approfondimenti nonostante i comunicati IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) sui problemi di GABLE. Via libera, nonostante tutto. Solo dopo la nostra denuncia l’assessore all’ambiente Valmaggia ha annunciato blandi provvedimenti: “Si sta procedendo - ha detto in aula - ad approfondimenti e all’acquisizione di ulteriori informazioni”. La sensazione è che la Regione stia chiudendo il recinto quando i buoi sono scappati.

ll fallimento di GABLE Insurance AG sta mettendo in ginocchio anche il sistema rifiuti alessandrino dove diversi consorzi (Alessandria, Valenza, Valle Scrivia e Alto Monferrato) hanno stipulato polizze con questo istituto. Ora molti amministratori locali cadono dalle nuvole, ma il Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale aveva già messo in guardia la Regione. Molti hanno fatto finta di non vedere e non sapere, e questi sono i risultati.

Porteremo nuovamente il caso in Consiglio regionale con la speranza che l'assessore all'ambiente Valmaggia non faccia ancora una volta orecchie da mercante. Pretendiamo una relazione dell'assessore sui possibili danni ecologici e ambientali dovuti a fidejussioni fasulle su tutto il territorio piemontese. La Regione Piemonte deve far sentire la propria voce mettendo in guardia tutti gli enti pubblici che in questi anni si sono rivolti a Gable Insurance AG.

Dic 16

La Settimana a 5 Stelle nr. 50

la-settimana_new.png

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1325
Titolo: QUALI AZIONI VOLTE ALLA RICOLLOCAZIONE OCCUPAZIONALE E ALLA STABILIZZAZIONE DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI AGILE - EX EUTELIA
Data di presentazione: 01/12/2016

Interrogazione n. 1326
Titolo: SOPRALLUOGHI ALL'IFI EX MAGLIOLA - INIZIATIVE FERROVIARIE ITALIANE, QUALE SIA LO STATO ATTUALE DEL TERRITORIO E DELLE AREE LIMITROFE
Data di presentazione: 01/12/2016

Interrogazione n. 1327

Titolo: SOCIETA' BENEFIT - AZIONI E MISURE REGIONALI IN APPLICAZIONE DELLA L. N. 208 DEL 28 DICEMBRE 2015
Data di presentazione: 01/12/2016

Interrogazione n. 1334
Titolo: TABACCHERIA DI GHEMME. MODALITA' DI CONTROLLO E INFORMAZIONE ALLA CITTADINANZA ADOTTATE DALLA REGIONE PIEMONTE
Data di presentazione: 05/12/2016

Interrogazione n. 1335
Titolo: ATTUAZIONE DEL PIANO DI RICOLLOCAZIONE OCCUPAZIONALE PER I DIPENDENTI DI EUROFIDI
Data di presentazione: 05/12/2016

Interrogazione n. 1336
Titolo: SOSPENSIONE LAVORI DI SCAVO NEL CANTIERE FRACONALTO (AL), PER LA REALIZZAZIONE DEL TERZO VALICO DEI GIOVI
Data di presentazione: 05/12/2016

Interrogazione n. 1340
Titolo: MANCANZA PROTEZIONI OBBLIGATORIE NEL CANTIERE DELLA CLAREA DURANTE LA "FESTA DELLE FAMIGLIE"
Data di presentazione: 12/12/2016

Interrogazione n. 1342
Titolo: GESTIONE DEI FONDI DESTINATI ALLE EX COMUNITA' MONTANE
Data di presentazione: 12/12/2016

Ordine del giorno n. 927
Titolo: STANZIAMENTO DI FONDI FSC DESTINATI AL PASSANTE DI CORSO GROSSETO PER LE OPERE DESTINATE ALLA PREVENZIONE DEI RISCHI ALLUVIONALI - ODG COLLEGATO AL DDL 222 " ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 928

Titolo: AGGIORNAMENTO DELLA NORMATIVA IN MERITO ALLE RENDICONTAZIONE DEGLI INTROITI DERIVANTI DALLA VENDITA DI TITOLI DI VIAGGIO DA PARTE DEI GESTORI FERROVIARI - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 929

Titolo: ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE" - NUOVI FONDI PER INDIVIDUARE UNA SEDE PER IL CPIA DI AVIGLIANA DI FACILE ACCESSIBILITA' PER GLI UENTI
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 930
Titolo: SOSTEGNO E PROMOZIONE DEI NIDI INTERAZIENDALI.COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 931
Titolo: STANZIAMENTO DI ULTERIORI FONDI SUL CAPITOLO 256841 VINCOLATI ALL'ACQUISTO DI AUTOBUS ELETTRICI ED INNOVATIVI - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 932
Titolo: STANZIAMENTO DI FONDI PER I "GENITORI SEPARATI". COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 933
Titolo: INCREMENTO DI RISORSE PER PREVENZIONE DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 934
Titolo: ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE" - ESTENDERE E RICONOSCERE IL MARCHIO MADE IN PIEMONTE A TUTTI GLI AMBITI PRODUTTIVI REGIONALI
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 935
Titolo: ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE" - GARANTIRE IL FINANZIAMENTO AL FONDO DI GARANZIA PER L'ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL'IMPRENDITORIA FEMMINILE
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 936
Titolo: KIT PER STAZIONAMENTO BICI PIEGHEVOLI SUI TRENI REGIONALI - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 937
Titolo: ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE" - ISTITUZIONE NUOVI CAPITOLI DI ENTRATA
Data di presentazione: 29/11/2016


Ordine del giorno n. 938

Titolo: INSTAURAZIONE DI UN FONDO PER LA MANUTENZIONE DELLA VIABILITA' PROVINCIALE - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 939
Titolo: PROGRAMMAZIONE DELLE PRIORITA' DEGLI INTERVENTI DI DIFESA DEL SUOLO SUL TERRITORIO PIEMONTESE - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 940
Titolo: STANZIAMENTO DI FONDI CHE CONSENTA L'AGGREGAZIONE DELLE AZIENDE ESERCENTI IL TRASPORTO PUBBLICO DEL PIEMONTE - ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 943

Titolo: INCREMENTO RISORSE PER L'ASSISTENZA DOMICILIARE RIVOLTA A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI - COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE"
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 944
Titolo: ODG COLLEGATO AL DDL 222 "ASSESTAMENTO AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 E DISPOSIZIONI FINANZIARIE" - COPERTURA DA PARTE DELLA REGIONE PIEMONTE DEL COSTO DEI FARMACI ANTI HCV ACQUISTATI DA PAZIENTI AFFETTI DA EPATITE CRONICA ATTIVA DA HCV ALL'ESTERO
Data di presentazione: 29/11/2016

Ordine del giorno n. 951
Titolo: PDCR 177/2016: ACCORPAMENTO ASL TO1 E TO2 IN AZIENDA SANITARIA LOCALE CITTA' DI TORINO. - TUTELA PERSONALE E MANTENIMENTO SERVIZI
Data di presentazione: 06/12/2016

Ordine del giorno n. 952

Titolo: COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE N. 177 RECANTE "ART.18, COMMA 1, LEGGE REGIONALE 18/2007 E S.M.I. - ACCORPAMENTO AA.SS.LL. TO1 E TO2": MANTENIMENTO DEGLI INVESTIMENTI PER GARANTIRE LE ATTIVITA' SANITARIE PRESSO L'OSPEDALE AMEDEO DI SAVOIA SINO A RICOLLOCAMENTO IN ALTRA SEDE PIU' IDONEA
Data di presentazione: 06/12/2016

Ordine del giorno n. 953
Titolo: COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE N. 177 RECANTE "ART.18, COMMA 1, LEGGE REGIONALE 18/2007 E S.M.I. - ACCORPAMENTO AA.SS.LL. TO1 E TO2": MANTENIMENTO DELLE STRUTTURE OSPEDALIERE SANITARIE DELL'OSPEDALE OFTALMICO FINO A REALIZZAZIONE DEL NUOVO PARCO DELLA SALUTE, DELLA SCIENZA E DELLA INNOVAZIONE
Data di presentazione: 06/12/2016

Dic 07

Bandi della Commissione consultiva per le Nomine – Dic 2016

bandi_regione_commissione_nomine.png

Riportiamo di seguito le nomine che dovranno essere effettuate dal Consiglio regionale del Piemonte e dalla Giunta. Vogliamo dare massima visibilità a queste posizioni aperte affinché le persone con le competenze adatte ne siano a conoscenza. Troppo spesso la politica tutta, e quella piemontese non fa eccezione, preferisce sistemare le persone in base alla tessera di partito e non per l'esperienza e le conoscenze maturate sul campo. Leggete quindi con attenzione le posizioni disponibili.

Si ricercano persone per ricoprire dei ruoli nei seguenti enti:

  • Comitato regionale per i diritti umani - nomina di un/una Consigliere/a
  • Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese A.N.A.Bo.Ra.Pi.
  • Azienda Speciale della Camera di Commercio del Verbano Cusio Ossola
  • Alexala - Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica Locale della Provincia di Alessandria
  • Comitato Misto Paritetico Regione-Autorità militari sulla nuova regolamentazione delle servitù militari
  • Commissione regionale per gli insediamenti d'interesse storico-artistico, paesaggistico o documentario
  • Parco Nazionale del Gran Paradiso

Per essere nominati è necessario presentare formale richiesta di candidatura secondo le modalità previste dalla legge regionale. Le procedure di nomina di competenza del Consiglio regionale (e della Giunta) sono disciplinate dalla legge regionale 23 marzo 1995, n. 39 "Criteri e disciplina delle nomine ed incarichi pubblici di competenza regionale e dei rapporti tra la Regione ed i soggetti nominati". Il testo è disponibile sul sito del Consiglio (www.cr.piemonte.it) alla sezione "Leggi e banche dati".

Per eventuali chiarimenti consigliamo di consultare il seguente link

Dic 02

La Settimana a 5 Stelle nr. 48

la-settimana_new.png

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1319
Titolo: TABACCHERIA DI GHEMME. MODALITA' DI CONTROLLO E INFORMAZIONE ALLA CITTADINANZA ADOTTATE DALLA REGIONE PIEMONTE.
Data di presentazione: 22/11/2016

Mozione n. 925

Titolo: INDIVIDUAZIONE ALL'INTERNO DEL PIANO OPERATIVO REGIONALE (PROGRAMMAZIONE 2014-2020), DI INIZIATIVE VOLTE AL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE.
Data di presentazione: 23/11/2016

Ordine del giorno n. 923
Titolo: IMPEGNO A DEFINIRE UN TETTO AI COMPENSI DEL SEGRETARIO GENERALE E DEL DIRETTORE EDITORIALE DELLA "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA".
Data di presentazione: 22/11/2016

Post precedenti «