Dic 02

La Settimana a 5 Stelle nr. 48

la-settimana_new.png

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resoconto settimanale delle attività del Gruppo Consiliare. Buona lettura.

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1319 http://www.consiglioregionale.piemonte.it/interint/jsp/AttoSelezionato.jsp?ATTO=101319
Titolo: TABACCHERIA DI GHEMME. MODALITA' DI CONTROLLO E INFORMAZIONE ALLA CITTADINANZA ADOTTATE DALLA REGIONE PIEMONTE.
Data di presentazione: 22/11/2016

Mozione n. 925 http://www.consiglioregionale.piemonte.it/mzodgint/jsp/AttoSelezionato.jsp?ATTO=100925
Titolo: INDIVIDUAZIONE ALL'INTERNO DEL PIANO OPERATIVO REGIONALE (PROGRAMMAZIONE 2014-2020), DI INIZIATIVE VOLTE AL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE.
Data di presentazione: 23/11/2016

Ordine del giorno n. 923 http://www.consiglioregionale.piemonte.it/mzodgint/jsp/AttoSelezionato.jsp?ATTO=100923
Titolo: IMPEGNO A DEFINIRE UN TETTO AI COMPENSI DEL SEGRETARIO GENERALE E DEL DIRETTORE EDITORIALE DELLA "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA".
Data di presentazione: 22/11/2016

Dic 02

TRENITALIA TAGLIA E LA REGIONE TACE

treno.jpg

di Federico Valetti e Francesca Frediani

Con una grave decisione unilaterale Trenitalia intende chiudere su tutto il territorio piemontese numerose sedi (impianti) decentrate utilizzate dal personale. Sono destinate alla chiusura 7 sedi riservate al personale di bordo (Bussoleno - TO, Asti - AT, Bra - CN, Casale - AL, Novi Ligure - AL, Arona - VCO e Ceva - CN) e 4 sedi riservate ai conducenti (Bussoleno - TO, Asti - AT, Novi Ligure - AL, Biella - BI). In totale sono coinvolti 182 dipendenti che dovranno sostenere, con risorse proprie, ulteriori costi per raggiungere il posto di lavoro che diventerebbe più distante da un minimo di 30 ad un massimo di 70 Km.

La chiusura di questi impianti rappresenta inoltre un'ulteriore perdita di posti di lavoro in territori marginali che hanno già subito una drastica diminuzione di posti di lavoro e non hanno gli stessi strumenti per reagire come, ad esempio, una metropoli come Torino. Basti pensare al caso di Bussoleno, in Valsusa, comune sviluppatosi intorno all'indotto ferroviario. Un doppio paradosso se si pensa al folle progetto TAV. Chi sostiene gli investimenti  sull'alta velocità, con la scusa di portare lavoro e sviluppo, allo stesso tempo non batte ciglio di fronte alla chiusura della sede di Bussoleno, uno degli ultimi presidi che offre lavoro nel settore ferroviario su questo territorio.

Oltre alle legittime rivendicazioni delle organizzazioni sindacali, in primis ORSA,  la decisione di Trenitalia avrà pesanti ripercussioni non solo sul personale ma anche su tutti i cittadini. Infatti con la soppressione di queste sedi il Piemonte può dire addio ai propositi, sbandierati dall'assessore ai trasporti Balocco, di riattivare le linee locali soppresse da Cota e Chiamparino. La chiusura delle sedi decentrate rappresenta, di fatto, la morte definitiva di tali linee ferroviarie. Ed in Piemonte le linee cosiddette "sospese" non mancano di certo. Questo l'elenco completo: Pinerolo - Torre Pellice, Novara - Varallo, Santhià - Arona, Asti - Casale - Mortara, Vercelli - Casale, Savigliano - Saluzzo, Saluzzo - Cuneo, Mondovì - Cuneo, Ceva - Ormea, Asti - Chivasso, Asti - Castagnole - Alba, Alessandria - Castagnole Lanze, Bra - Ceva, Alessandria - Ovada e Novi - Tortona.

Arrivati a questo punto la Regione deve far sentire la propria voce pretendendo da Trenitalia clausole sociali per mantenere in vita gli impianti decentrati. In aula ed in Commissione regionale trasporti chiederemo un chiarimento da parte di Balocco sulle intenzioni di Trenitalia e Regione Piemonte. Il gruppo M5S Piemonte chiede che chiunque sia l'affidatario dei servizi ferroviari regionali, non si pensi fare risparmio sulla pelle e sulla sicurezza dei lavoratori, né a discapito dei territori e dei cittadini che ad oggi ancora aspettano che il treno li attraversi di nuovo.

Balocco, interrogato dalla stampa, ha risposto che "Trenitalia può fare quello che vuole" e a lui non interessa. Ha detto una mezza verità: il gestore può davvero fare quello che vuole e lui è incapace di opporsi. Come si fa a negare il ruolo che la chiusura degli impianti avrà nel non ripristino delle linee sospese?

Una situazione gravissima che pone la politica (in questo caso la Regione Piemonte) in posizione subordinata ad una S.p.A.. Segnale di debolezza che costerà caro ai piemontesi, in particolare a lavoratori e pendolari.

Nov 25

La Settimana a 5 Stelle nr. 47

la-settimana_new.png

SEGUI TOUR #IODICONO - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1318
Titolo: COLLOCAMENTO IN QUIESCENZA PER I DIPENDENTI DELLE ASL. RICHIESTA DIMISSIONI VOLONTARIE DA PARTE DELL'ASL TO2-OSPEDALE MARIA VITTORIA DI TORINO
Data di presentazione: 21/11/2016

Interrogazione n. 1319

Titolo: TABACCHERIA DI GHEMME. MODALITA' DI CONTROLLO E INFORMAZIONE ALLA CITTADINANZA ADOTTATE DALLA REGIONE PIEMONTE.
Data di presentazione: 22/11/2016

Mozione n. 925
Titolo: INDIVIDUAZIONE ALL'INTERNO DEL PIANO OPERATIVO REGIONALE (PROGRAMMAZIONE 2014-2020), DI INIZIATIVE VOLTE AL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE.
Data di presentazione: 23/11/2016

Ordine del giorno n. 918
Titolo: ORDINE DEL GIORNO COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 180 "ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO PER IL TRIENNIO 2016-2017-2018 DEL CONSIGLIO REGIONALE. APPLICAZIONE DELLA QUOTA DI AVANZO LIBERO DI AMMINISTRAZIONE ACCERTATO NEL CONTO CONSUNTIVO DEL BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE PER L'ANNO 2015" - PUBBLICAZIONE VERBALI COMMISSIONI CONSILIARI.
Data di presentazione: 22/11/2016

Ordine del giorno n. 919
Titolo: O.D.G. COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 180 "ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO PER IL TRIENNIO 2016-2017-2018 DEL CONSIGLIO REGIONALE. APPLICAZIONE DELLA QUOTA DI AVANZO LIBERO DI AMMINISTRAZIONE ACCERTATO NEL CONTO CONSUNTIVO DEL BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE PER L'ANNO 2015" - CRITERI E MODALITA' DI EROGAZIONE CONTRIBUTI DA PARTE DELL'UFFICIO DI PRESIDENZA E DEGLI ORGANISMI CONSUNTIVI DEL CONSIGLIO REGIONALE.
Data di presentazione: 22/11/2016

Ordine del giorno n. 920
Titolo: ORDINE DEL GIORNO COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 180 "ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO PER IL TRIENNIO 2016-2017-2018 DEL CONSIGLIO REGIONALE. APPLICAZIONE DELLA QUOTA DI AVANZO LIBERO DI AMMINISTRAZIONE ACCERTATO NEL CONTO CONSUNTIVO DEL BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE PER L'ANNO 2015" - UTILIZZO AVANZO LIBERO DEL BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE.
Data di presentazione: 22/11/2016

Ordine del giorno n. 921
Titolo: ORDINE DEL GIORNO COLLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 180 "ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO PER IL TRIENNIO 2016-2017-2018 DEL CONSIGLIO REGIONALE. APPLICAZIONE DELLA QUOTA DI AVANZO LIBERO DI AMMINISTRAZIONE ACCERTATO NEL CONTO CONSUNTIVO DEL BILANCIO DEL CONSIGLIO REGIONALE PER L'ANNO 2015" - MODALITA' DI QUANTIFICAZIONE E TASSAZIONE DELL'ASSEGNO VITALIZIO.
Data di presentazione: 22/11/2016

Ordine del giorno n. 923
Titolo: IMPEGNO A DEFINIRE UN TETTO AI COMPENSI DEL SEGRETARIO GENERALE E DEL DIRETTORE EDITORIALE DELLA "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA".
Data di presentazione: 22/11/2016

Nov 22

Diventa rappresentate di lista del MoVimento 5 Stelle #IoDicoNo

rappresentantedilistaiodicono.png

Dietro al referendum costituzionale del 4 dicembre ci sono interessi economici da parte delle grosse banche d'affari come a JP Morgan, di agenzie di rating come Moody's, delle multinazionali del petrolio, delle potenze straniere, dei ministri tedeschi e degli ambasciatori americani, dell'unione europea e di personaggi come Verdini e Renzi, che stanno dimostrando di essere pronti a qualsiasi inganno pur di vincere.

Per questo motivo dobbiamo vigilare ai seggi. Essere presenti in tutti i passaggi ed in tutte le fasi che riguardano il voto. Per farlo abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Puoi essere nominato Rappresentante di lista in una sezione elettorale del tuo comune, partecipare alle operazioni di insediamento del seggio il sabato pomeriggio, alle operazioni di voto e allo spoglio delle schede.

Per fare il rappresentante di lista occorre essere iscritto nelle liste elettorali di UN QUALSIASI Comune Italiano. Il modulo seguente è valido solo per coloro i quali intendono fare i rappresentanti di lista in Piemonte.

Per fare il rappresentante di lista in Piemonte compila il modulo

Per altre informazioni: http://movimento5stelle.it/iodicono/rdl.html

Nov 18

La Settimana a 5 Stelle nr. 46

la-settimana_new.png

SEGUI TOUR #IODICONO - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1300
Titolo: QUALI PROCEDURE DI STABILIZZAZIONE PER IL PERSONALE PRECARIO E ATIPICO NELLE AZIENDE SANITARIE PIEMONTESI
Data di presentazione: 09/11/2016

Interrogazione n. 1301

Titolo: CHIUSURA OSPEDALE AMEDEO DI SAVOIA E TRASLOCO PRESSO IL SAN GIOVANNI BOSCO
Data di presentazione: 09/11/2016

Interrogazione n. 1303
Titolo: MONITORAGGIO DEI SERVIZI FERROVIARI SULLA SFM3 PER BARDONECCHIA DURANTE I GIORNI FESTIVI DEL PERIODO TURISTICO.
Data di presentazione: 15/11/2016

Mozione n. 912
Titolo: SECONDARY TICKETING ED EVASIONE FISCALE
Data di presentazione: 09/11/2016

Mozione n. 913
Titolo: SVILUPPO DI UN NUOVO PROGRAMMA DI ESERCIZIO FERROVIARIO TORINO-BARDONECCHIA - MODANE
Data di presentazione: 10/11/2016

Mozione n. 916
Titolo: SVILUPPO DI UN ABBONAMENTO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE CON FORMULA FAMIGLIA.
Data di presentazione: 15/11/2016

Ordine del giorno n. 914
Titolo: Interventi a favore dei Vigili del Fuoco Volontari del Piemonte.
Data di presentazione: 11/11/2016

Nov 18

LEGGE A 5 STELLE: PIU’ MANUTENZIONE MENO DISSESTO

dissesto.jpg
di Paolo Mighetti

Obiettivo raggiunto: approvata una nuova
legge a 5 stelle in Piemonte. Uno strumento in più a disposizione dei Comuni per sostenere una corretta manutenzione del territorio, dei corsi d'acqua, delle aree boschive e di quelle degradate individuando con precisione i compiti dei soggetti privati.


Sono gli obiettivi della legge "Norme in materia di manutenzione del territorio" presentata da Paolo Mighetti ed approvata dalla Commissione regionale ambiente in sede legislativa.

Il testo di legge introduce un nuovo regolamento di polizia rurale per la manutenzione del territorio rafforzando i poteri dei Comuni nella lotta al degrado e al dissesto idrogeologico, uno dei temi più importanti per il Movimento 5 Stelle. Nel concreto le municipalità avranno maggiori strumenti normativi e sanzionatori per indurre i soggetti privati ad effettuare una corretta manutenzione a beneficio e tutela dei beni comuni.


La proposta si basa infatti sulla constatazione dello stato di diffuso abbandono delle aree agricole e boschive marginali. Una vera e propria bomba ad orologeria in caso di precipitazioni intense. In questo ambito abbiamo cercato di affrontare il problema della mancanza di manutenzione dei fondi privati ed in particolare di quelli attigui ad aree di proprietà pubblica come strade e corsi d'acqua. Dobbiamo in questo senso prendere atto dell'uscita di scena di una generazione di agricoltori che presidiava e curava un territorio delicatissimo dal punto di vista idrogeologico.


Per questo motivo la reintroduzione del regolamento di polizia rurale (che aveva perso il suo appoggio normativo con l'abrogazione del R.D. 12/2/1911 n°297) vuole richiamare alle proprie responsabilità i proprietari dei terreni stabilendo delle norme di comportamento al fine di tutelare la pubblica incolumità.


Questo risultato ottenuto dal Movimento 5 Stelle è frutto di un lungo confronto che ha visto anche il coinvolgimento del CAL (Consiglio delle Autonomie Locali), la consultazione sulla piattaforma LEX , recependo alcuni suggerimenti attraverso il sistema operativo Rousseau, ed il voto favorevole all'unanimità dell'intera Commissione regionale. Ora la palla passa alla Giunta regionale che dovrà redigere una bozza di regolamento di polizia rurale che sarà messa a disposizione delle amministrazioni locali.


Nov 14

Rappresentanti di Lista M5S Settimo per il Referendum del 4 dicembre 2016

rappresentanti

 

Se siete disponibili a fare il rappresentante di Lista, compilate il modulo che trovate a questo link:

 

Clicca qui

 

Nov 11

La Settimana a 5 Stelle nr. 45 – #IODICONO Tour

la-settimana_new.png

CONTINUA IL TOUR #IODICONO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1294
Titolo: ATTUAZIONE INIZIATIVE ASSESSORATO ALLA CULTURA - REGGIA DI VENARIA
Data di presentazione: 08/11/2016

Interrogazione n. 1295
Titolo: RISPETTO DEGLI IMPEGNI RELATIVI ALL'OSPEDALE DI OVADA
Data di presentazione: 08/11/2016

Interrogazione n. 1296
Titolo: RIGETTO DELLA RICHIESTA DI COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE PER DANNO MATERIALE E DI IMMAGINE - NEI CONFRONTI DI UNA IMPUTATA, NEL PROCEDIMENTO PENALE N. 1321/2013 R.G.N.R. AVANTI IL TRIBUNALE PENALE DI VERBANIA. ASSENTEISMO DI ALCUNI DIPENDENTI REGIONALI DI VILLA SAN REMIGIO
Data di presentazione: 08/11/2016

Mozione n. 911
Titolo: ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2012/27/UE E DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 102/2014 IN MATERIA DI INSTALLAZIONE DEI SISTEMI DI TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE
Data di presentazione: 03/11/2016

Ordine del giorno n. 909
Titolo: DELIBERAZIONE LEGISLATIVA 26 OTTOBRE 2016 RECANTE "DISPOSIZIONI PER FAVORIRE LA COSTITUZIONE DELLE ASSOCIAZIONI FONDIARIE E LA VALORIZZAZIONE DEI TERRENI AGRICOLI E FORESTALI" - TERRENI COLLOCATI IN AREE MONTANE E MARGINALI: E' NECESSARIA LA MODIFICA DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI CONCERNENTI L'IMPOSTA DI REGISTRO PER RIDURNE LA TARIFFA E SEMPLIFICARE LA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE.
Data di presentazione: 26/10/2016

Nov 09

Novara, ecco la nostra idea per salvare i frecciabianca

novara_frecciabianca.png

di Giampaolo Andrissi e Davide Bono

Il Movimento 5 Stelle ha pronto il progetto "low cost" per risolvere l'ennesimo problema causato dalla Regione Piemonte ai pendolari piemontesi.

Infatti con il passaggio totale dei Frecciabianca Torino-Milano dalla linea storica alla linea Alta Velocità entro i primi mesi del 2017, Novara e Vercelli verranno saltate ed i pendolari saranno costretti ad utilizzare i già sovraccarichi Regionali Veloci (RV). E, nonostante gli annunci, è difficile credere che la Regione paghi dei RV in più. In questa situazione la Regione Piemonte ha retto il gioco a Trenitalia ed anzi, quasi fosse un "premio" per i costanti disagi causati ai cittadini, ha addirittura prorogato il contratto a Trenitalia per altri tre anni.

Abbiamo così messo nero su bianco la nostra proposta: da Torino a Novara i FrecciaBianca viaggerebbero sulla linea ad alta velocità con tempi pari a quelli degli attuali Frecciarossa (40 minuti) per poi immettersi nel nodo di Novara, tramite uno snodo già esistente (10 minuti), e proseguire verso Milano sulla linea storica (37 minuti), e viceversa. 

Questo è quanto contenuto nella mozione n.910 dei consiglieri Gianpaolo Andrissi e Davide Bono che prevede anche la realizzazione di una nuova fermata di Novara Est su via Leonardo Da Vinci, posta di fronte alle banchine dell'attuale stazione di Novara.

Grazie a questo progetto "low cost" fattibile in poco tempo, si andrebbe a mantenere il servizio viaggiatori Freccia su Novara con evidenti ripercussioni positive sul tutto il Piemonte nord, inoltre si avrebbe una consistente riduzione di 20 minuti sugli attuali tempi di percorrenza dei Frecciabianca e 28 minuti sui tempi dei Regionali veloci.

Il progetto originario, proposto durante la realizzazione dell'alta velocità Torino - Milano, prevedeva invece lo sviluppo di un'opera faraonica vicino all'autostrada A4. Si prevedeva le creazione di una enorme stazione con un sovrappasso pedonale di collegamento con la nuova stazione di Novara Nord e lo sviluppo di un fascio di binari che avrebbe deturpato una porzione di territorio non ancora cementificata. Il tutto con costi esorbitanti e tempi estremamente lunghi.

La nostra idea invece si caratterizza per sfruttare al meglio l'esistente, un minore investimento di soldi pubblici e tempi di realizzazione nettamente più brevi.

Firma la petizione

Nov 04

La Settimana a 5 Stelle nr. 44 – #IODICONO Tour

la-settimana_new.png

SEGUI LE TAPPE DEL TOUR #IODICONO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Di seguito gli atti depositati questa settimana:

Interrogazione n. 1285
Titolo: MANCATA ACCENSIONE DEL RISCALDAMENTO NEGLI STABILI MISTO PRIVATI-ATC A TORINO DELLE VIE: CARESANA, TOLLEGNO, BOLOGNA, BORRIANA, PAGANINI.
Data di presentazione: 26/10/2016

Mozione n. 910
Titolo: ALTA VELOCITA' A NOVARA - SALVAGUARDIA DEI PENDOLARI NEL TERRITORIO NOVARESE.
Data di presentazione: 27/10/2016

Ordine del giorno n. 909
Titolo: DELIBERAZIONE LEGISLATIVA 26 OTTOBRE 2016 RECANTE "DISPOSIZIONI PER FAVORIRE LA COSTITUZIONE DELLE ASSOCIAZIONI FONDIARIE E LA VALORIZZAZIONE DEI TERRENI AGRICOLI E FORESTALI" - TERRENI COLLOCATI IN AREE MONTANE E MARGINALI: E' NECESSARIA LA MODIFICA DEL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI CONCERNENTI L'IMPOSTA DI REGISTRO PER RIDURNE LA TARIFFA E SEMPLIFICARE LA PROCEDURA DI REGISTRAZIONE.
Data di presentazione: 26/10/2016

Post precedenti «